La sorveglianza in un luogo chiuso è oggi resa più complessa dalla normativa che impone il corretto uso della mascherina.


Il personale addetto alla sicurezza ha un nuovo compito da svolgere, e al momento non esiste un valido supporto.


Il monitoraggio di Smart Helper può essere integrato con una rete neurale che analizza in tempo reale le immagini provenienti dalle telecamere di sorveglianza, ed individua persone che non indossano la mascherina, o che la portano in maniera errata. Un allarme viene notificato nell’interfaccia utente, sollecitando l’intervento dell’operatore.